Loading...

parchi nazionali

Home / parchi nazionali

BWINDI IMPENETRABLE FOREST

“LA CASA” DEI GORILLA DI MONTAGNA

Questo parco si trova nel settore sud ovest dell’Uganda, a ridosso della Rift Valley Albertina, ad una altitudine compresa fra i 1160 e i 2607 metri.
Si tratta di una vera e propria foresta tropicale distribuita su monti e vallate ed è considerata una delle foreste più ricche in biodiversità di tutta l’Africa, è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.
Nella lingua locale “Bwindi” significa “posto oscuro” in riferimento alla sua natura di fatto impenetrabile.
La principale attrazione è il “Gorilla trekking” ovvero la visita guidata ad una delle famiglie di Gorilla di montagna che si può effettuare ogni mese dell’anno previa prenotazione. E’ una  sensazione unica avere la possibilità di osservarne il comportamento a pochi metri di distanza, nel loro habitat naturale, in assoluta sicurezza e nel rispetto della loro quite e natura.
Nel parco abitano 350 circa specie di uccelli, 200 specie di farfalle, 324 tipi diversi di alberi di cui 14 presenti solo in questo parco, per cui si possono effettuare escursioni di “bird watching”in una natura incontaminata fino all’incontro con le comunità di Pigmei residenti nel parco.

Distanze e strade per raggiungere la foresta:

Il parco è situato a circa 530 km da Kampala, la distanza e il chilometraggio dipenderà da quale trekking point di partenza sceglierete per effettuare il gorilla trekking. Spesso e volentieri lo raggiungerete da nord , dopo aver effettuato i safari fotografici a Queen Elizabeth National park e soprattutto Ishasha il settore sud del parco famoso per i “lion climbing” .

 

Famiglie di Gorilla

In Uganda ci sono 17 famiglie di gorilla che sono “abituate” alla presenza dell’uomo , 15 a Bwindi Impenetrable forest e due  a Mghinga National park (il Virunga Ugandese). CI sono piu di 500 gorilla di montagna in Uganda che provengono da circa 36 famiglie , inoltre abbiamo 16 gorilla solitari che vivono nella foresta.
Ogni famiglia di gorilla può essere avvistata una volta al giorno da 8 turisti al massimo , questo significa che ci sono 136 permessi al giorno.
Prima di essere “aperte” ai turisti , le famiglie seguono un processo di adattamento alla presenza dell’uomo che dura più di due anni, durante il quale sono seguiti da scienziati , biologi e  ricercatori, alla fine del quale si attesta che noi non siamo nocivi a loro e viceversa ; inoltre , essendo molto stanziali e non muovendosi mai oltre certi confini , studiano i loro spostamenti.
Anche dopo l’adattamento, i Gorilla di montagna sono seguiti a vista da i “trekkers” che stanno vicino a loro dall’alba al tramonto ,che rendono anche più facile la ricerca dei ranger durante il vostro gorilla trekking
Per questo motivo i Gorilla di Montagna sono garantiti alla vostra visione al 100%.

Ci sono 4 aree dentro la foresta di Bwindi dalla quale partirà il trekking che vi porterà a visitare le famiglie di gorilla :

  • Buhoma , situato nella parte nord occidentale, ospita tre gruppi , è il primo trekking point aperto al pubblico ed il più vicino a Queen Elizabeth National park 1 ora e 30 minuti circa
  • Ruhja, il più remoto e ultimo ad essere aperto al pubblico, situato nella parte occidentale del parco è anche il trekking point più alto con i suoi 2400 metri di altezza, ospita due famiglie. Dista circa un ora e 30 minuti da Buhoma e Kabale e 3 ore circa da Queen Elizabeth
  • Nkuringo , situato all’estremo sud ovest , ospita due famiglie di gorilla dista circa 5 ore da Queen Elizabeth e 2 ore circa da Kabale.
  • Rushaga che ospita 5 gruppi situato nella parte sud occidentale del paese. Dista circa 4 ore da Queen Elizabeth e 1 ora e 30 minuti da Kabale .

I trekking point di partenza sono lontani l‘uno dall’altro dalle 2 alle 5 ore di distanza.

Molti turisti ci chiedono quale sia la differenza tra le varie famiglie di gorilla ,e se ce ne sia una più “semplice” da raggiungere con un trekking breve. La verità è che non ci sono risposte certe a queste domande, la particolarità che rende unica questa attività è che i gorilla di montagna si vanno a vedere nel loro Habitat e che loro sono liberi di muoversi all’interno della foresta , e quindi la durata del trekking dipenderà il giorno in cui farete il trekking che movimenti faranno le famiglie e quanto saranno distanti dal trekking point al quale sarete assegnati .
Se qualcuno vi dirà che ci sono delle famiglie più semplici da raggiungere , è una risposta totalmente non veritiera .

Regole quando si è alla ricerca dei gorilla :

  • Lavarsi sempre le mani prima di vedere i gorilla di montagna
  • Non lasciare spazzatura nel parco
  • Mantenere sempre la voce bassa , in modo da poter osservare anche uccelli e altri animali nella foresta
  • Quando sarete vicini ai gorilla, le vostre guide vi informeranno quando tenere pronte le macchine fotografiche

Regole quando si è insieme ai gorilla :

  • Tenere una distanza di almeno 7 metri
  • Tenere sempre la voce bassa , anche se è consentito fare domande alle vostre guide
  • Vietato mangiare o bere quando si è vicino ai gorilla
  • Non guardare i gorilla negli occhi, e se sembrano agitati , seguire i consigli delle guide di non fare movimenti bruschi
  • Rimuovere il flash dalle vostre macchine fotografiche, quando farete foto o video muoversi sempre lentamente.
  • Non toccare i gorilla
  • Un ora, è il tempo massimo che vi sarà consentito di stare vicino a loro

KIBALE FOREST NATIONAL PARK

La casa degli scimpanzé: Kibale forest – Kyambura Gorge Forest

Il parco nazionale di Kibale Forest misura 766 kmq di superficie e forma un blocco contiguo con il Queen Elizabeth National Park, ad un altitudine fra i 1000 e i 1590 metri.
La vegetazione è dominata dalla foresta tropicale pluviale.
Il parco è famoso per la sua vasta popolazione di primati: ci sono 13 specie diverse di primati, una delle densità più alte mondo.
Ci sono circa 1000 scimpanzè di cui una comunità di circa 100 esemplari è stata abituata alla presenza umana. Troviamo inoltre nel parco i colobi blu, rossi bianchi e neri, il  cercopiteco dalla coda dorata (scoperto solo nel 1984), e il babbuino olivastro. Tra gli altri mammiferi troviamo l’antilope dei boschi, la genetta, il cinghiale mascherato,  bufali, ed elefanti. Vivono nel parco circa 200 specie di uccelli tra cui la civetta africana e la foresta conta circa 250 tipi diversi di alberi.
l’attrazione principale del parco è il trekking con gli scimpanzè ,“un aperitivo” prima o dopo il trekking con i gorilla di montagna, questa foresta di differenzia con quella di Bwindi e Mghinga, perché essenzialmente più pianeggiante e con una vegetazione anche alta, al contrario di Bwindi che è sicuramente più fitta e montuosa

Come arrivare : Kibale forest dista circa 300 km da Entebbe , solitamente durante i nostri tour si arriva a Kibale forest da nord dopo un lungo spostamento su “pista” da Murchison falls Np il tragitto prevede 400 km per la maggior parte di sterrato. Arrivando da Sud , oltre alla cittadina di Fort Portal che dista 30 km circa e un ora di spostamento, la tappa più vicina è Queen Elizabeth National park che dista 160 km e 3 ore di spostamento su strada asfaltata.

Attività nel parco :

  • Scimpanzè trekking l’attività più famosa e interessante , al costo di 150 usd per persona potrete rimanere con gli scimpanzè per un ora, scortati da dei ranger che vi accompagneranno nella foresta; la camminata che è accessibile per via delle pendenze che non sono mai troppo difficile parte da Kanyanchu alle 8 Am e ha una durata massima di 3 ore . I gruppi per visitare gli scimpanzè sono formati da 15 partecipanti al massimo. È possibile inoltre acquistare un permesso speciale “Chimpanze habituation experience “ che vi permetterà di seguire questi primati per circa 3 ore , ad un costo maggorato.
  • Bird watching e nature walk: si organizzano camminate nella foresta della durata di circa 2 ore con delle guide specializzate , al santuario di “bigody” , dove camminerete su delle passerelle sopra a delle paludi alla ricerca soprattutto delle 370 circa specie di uccelli che popolano la foresta, di cui il 60 % registrati come uccelli endemici della zona. Incontrerete anche diverse specie di colobi tra cui quello bianco e nero , blu e dalla coda dorata.
  • Night walk: in questa attività guidata, andrete durante la notte a ricercare gli uccelli, insetti e animali tra cui pipistrelli , gufi ,civette e la genetta che sono più attivi durante la notte

Kyambura gorge Forest , è una spaccatura all’interno della Savana di Queen Elizabeth National park che è lunga circa 14 km e ha una profondità di circa 100 metri , al suo interno troverete il Kyambura river dove vivono Ippopotami .
All’interno di questa gola potrete vedere una famiglia abituata alla presenza dell’uomo di circa 29 scimpanzè , che potrete visitare con un trekking solitamente più breve rispetto a quello a Kibale forest .


QUEEN ELIZABETH NATIONAL PARK

Queen Elizabeth National Park si trova a cavallo dell’equatore nella regione Ovest della Rift Valley e a Sud della catena del Rwenzori, lungo il confine occidentale con la Repubblca Democratica del  Congo, include il Lake George e il Lake Edward uniti dal Kazinga Channel. Ha un ecosistema di zone umide e di aperta savana ad un altitudine di 910 metri. Nel 1920 metri questo parco si chiamava “Lake George and Lake Edward Reserve” ed è stato rinominato nel 1954 per commemorare una visita della Regina Britannica.
In questo parco vivono un altissimo numero di animali, sono circa 95 le specie di mammiferi qui presenti tra cui: leoni, elefanti, leopardi, Uganda kobs (impala), iene maculate, bufali e diverse specie di primati come scimpanzè, colobi blu, rossi, bianchi, neri e babbuini.
Troviamo inoltre circa 600 specie di uccelli, una delle piu’ alte concentrazioni dell’intero panorama Africano e distese di fenicotteri rosa lungo il lago di origine vulcanica Katwe.
Nel settore sud del parco denominato “Ishasha” possiamo trovare i “climbing lions” cioè i leoni che si arrampicano sugli alberi dove trascorrono le loro giornate tra una caccia e l’altra; questi alberi, chiamati “fig trees”, hanno diramazioni che partono dal basso e sono delle vere e proprie “abitazioni” per i leoni.
Le attività che si possono svolgere in questo parco sono diverse, in primo lugo il giro in battello sul Kazinga Channel, una delle esperienze più emozionanti dell’intero viaggio, qui potrete ammirare la vera vita al fiume degli animali della savana: elefanti che si abbeverano, bufali che si bagnano, un immensa quantità di ippopotami, uccelli acquatici di ogni tipo, coccodrilli e molti altri.
Il “game drive” nella savana del Kasenyi e’ ugualmente interessante, habitat naturale dell’Uganda kob, preda ambita dei leoni.  Così come sulla strada verso il Mweya Safari Lodge, situato su un  promontorio sul Kazinga Channel potrete avere la possibilita’ di vedere gruppi numerosi di elefanti   transitare verso il Kazinga Channel per abbeverarsi.
Altre attività sono la ricerca degli scimpanzè nella gola di Kyambura ed infine, ma senz’altro non ultimo per importanza e bellezza il “game drive” ad Ishasha alla ricerca dei “climbing lions”.


MURCHINSON FALLS NATIONAL PARK

L’area su cui sorge il Murchinson Falls National Park è la piu estesa dell’Uganda, 5000 kmq circa e comprende anche le riserve di Bugungo, Karuma e Bugongo. L’altitudine varia dai 900 metri sul delta del Lake Albert ai 1230 metri sul colle di Rabongo. L’area è attraversata dal Victoria Nile che congiunge Lake Kyoga con Lake Albert. Il parco e’ caratterizzato dalla tipica vegetazione della savana e della foresta.  Il nome del parco e’ dato dalle meravigliose cascate in un punto in cui il Victoria Nile attraversa una spaccatura nelle rocce e cade per circa 45 metri dando vita ad uno spettacolo di potenza e di rara bellezza.
Nel parco troviamo all’incirca 76 specie di mammiferi: elefanti, bufali, giraffe, leoni, leopardi, antilopi, Uganda kobs e molti altri; inoltre troviamo circa 450 specie di uccelli, alcuni dei quali molto rari.
Le attività che si possono svolgere in questo parco sono numerose: l’osservazione delle cascate dall’alto e il “boat ride” sul Victoria Nile fino al punto dove le cascate terminano il loro salto e dove si potrà’ assistere ad uno degli spettacoli più belli offerti dalla natura e dove incontrerete coccodrilli, ippopotami, bufali, elefanti e una grande quantità e varietà di uccelli. Un’altra interessante attività e il “game drive” nel settore nord del Victoria Nile fino al delta del Lake Albert alla ricerca di tutti gli animali. Inoltre ci sono “trekking” nella foresta per l’attività di “bird watching” e ”scimpanzé trekking”.
Il parco è raggiungibile da Sud est Entebbe/Kampala con un trasferimento di circa 6 ore o da sud Fort Portal 7 ore circa , che solitamente sono le tappe precedenti o successive.
Sicuramente questo è il parco più ricco di fauna del paese e quello che ha paesaggio più vario , essendo “tagliato” a metà dal Nilo risulta essere molto “verde” e anche collinare rispetto alla Savana più pianeggiante di Queen Elizabeth Np .


KIDEPO VALLEY NATIONAL PARK

Il Kidepo Valley National Park , si estede per oltre 1400 km quadrati e si trova a nord dell’Uganda al confine con il Sud-Sudan e il Kenya, con un altitudine che varia tra i 1000 e 2750 m, è considerato uno dei parchi più selvaggi dell’Africa orientale.
Nel parco scorrono due fiumi, il Kidepo e il Narus che si asciugano durante la stagione secca formando pozze d’acqua dove gli innumerevoli animali presenti nel parco vanno ad abbeverarsi.
Dista circa 700 km da Kampala ma le numerose ore di viaggio che dovrete percorrere per raggiungerlo sono assolutamente ripagate dalla naturale bellezza del parco e dall’Apoka Lodge da cui si puo’ ammirare la Kidepo Valley e il suo ampio orizzonte.
Qui possiamo trovare all’incirca 77 specie di mammiferi fra cui zebre, giraffe, leoni, leopardi, elefanti, Uganda kobs, bufali e molti altri e 475 specie di uccelli anche molto rari.
Durante la stagione secca (Novembre – Marzo) l’acqua e’ anche reperibile in pozze nelle vicinanza dell’Apoka Lodge e questo fa si che questa zona sia una delle migliori per i “game drives” davvero ricchi di emozioni in questo parco incontaminato.


LAKE MBURO NATIONAL PARK

Lake Mburo National Park è un parco situato lungo la superstrada che collega Mbarara con Kampala, il parco dove predomina la savana é abitato dacirca 350 specie di uccelli così come da zebre, impala, eland, bufali, oribi, waterbuck, leopardi, topi e red buck. Nella parte occidentale del parco la savana è interrotta da rocce molto grandi e foreste ripide che hanno formato numerose paludi. Le attività in questo parco sono il “game drive” nei circuiti all’interno del parco, dove si possono ammirare numerose zebre e il “walking Safari” una camminata scoratti da rangers in una zona del parco dove non ci sono predatori.
Da sottolineare il “boat ride” sul lago che durerà circa due ore nel quale vedrete numerosi uccelli alcuni che si trovano solamente a Lake Mburo, oltre a ippopotami, coccodrilli e moltissime “African fish eagle”.
Questo parco sarà la prima o l’ultima tappa del vostro viaggio in Uganda , situato a sole 4 ore da Kampala , e a 4 da Lake Bunyonyi o Queen Elizabeth Np che saranno probabilmente le tappe precedenti o successive al vostro viaggio.

MGAHINGA NATIONAL PARK

Il parco nazionale dei gorilla di Mgahinga (Mgahinga Gorilla National Park) è un parco nazionale dell’Uganda sud-occidentale, situato nei pressi della città di Kisoro,  nei Monti Virynga.  È adiacente al Parco dei Vulcani (Ruanda) e al Parco Virunga (RDC). L’area del parco comprende tre degli otto Vulcani della catena dei Virunga: il Muhavura, il Gahinga (da cui prende il nome il parco) e il Sabinyo.

Con il Parco di Bwindi, il Mgahinga è uno dei due soli parchi dell’Uganda a ospitare i Gorilla di Montagna . Nel parco ci sono due gruppi di gorilla abituati alla presenza umana, e quindi osservabili dai Turisti.
In questo parco è possibile avvistare le “golden Monkey” che sono endemiche di quest’area adiacente al Virunga ; consigliamo fortemente la visita a questa zona che risulta anche leggermente più lontana dagli itinerari classici che si svolgono in Uganda , ma che offre panorami unici per tutta questa parte di Africa ; il trekking al Mount Sabinyo, Mount Gahinga o Muhavura sono altre attività possibili in quest’area che risulta essere un paradiso per gli amanti del trekking .
Mgahinga è distante 45 minuti da Kisoro e circa 2 ore da Lake Bunyonyi e da Bwindi Impenetrable forest.

LAKE BUNYONYI E LAKE MUTANDA

Il Lago Mutanda Si trova poco a nord della città di Kisoro, ai piedi dei Monti virunga, ad un’altitudine di 1790 m , a poca distanza sia dal confine con il Rwanda che da quello con la RDC.
Soggiornando in questo lago avrete la possibilità di vedere le 3 cime dei vulcani spenti che variano da 3800 metri e 4200 metri , consigliamo un soggiorno su questo lago , magari come relax dopo i vari trekking che si possono effettuare a Bwindi e Mgahinga ; inoltre il bagno è balneabile essendo “bilarzia free”

Il Lago Bunyonyi situato tra Kabale e Kisoro, in prossimità della frontiera con il Rwanda, è il secondo più profondo del continente.
Nelle sue acque, che ricoprono un bacino di 25 chilometri di lunghezza per 7 chilometri di larghezza, fluttuano 29 isole tra cui la leggendaria Akampene Island, nota anche come the Punishment Island.
Anche questo lago è balneabile e raggiungibile con circa 2 ore di strada da Bwindi e 4 da Lake Mburo national park .

Visit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram